Nachrichten - News - Noticias
 published: 2009-06-30

Essere braccia e piedi della Mater

Il Rosario Illuminato e la consacrazione di missionari, nel 24º anniversario della scomparsa di Joao Pozzobon

 

27. Juni, Todestag von Joao Pozzobon – Feier in Tucumán

27 de junio: Aniversario del fallecimiento de Don Joao Pozzobon, celebrado en Tucumán

June 27, anniversary of John Pozzobon’s death – celebration in Tucumán

27. Juni, Todestag von Joao Pozzobon – Feier in Tucumán

 

Übernahme der Pilgernden Gottesmutter

Entrega de peregrinas

Commissioning of new missionaries

Übernahme der Pilgernden Gottesmutter

 
Heilige Messe  

Santa Misa

Holy Mass

Heilige Messe

 
Lydia und ihre Familie  

Lydia y su familia

Lydia and her family

Lydia und ihre Familie

 
Lichter-Rosenkranz  

Rosario Iluminado

Illuminated Rosary

Lichter-Rosenkranz

 
Pozzobon-Gedenkstein  

La ermita de Don Joao Pozzobon

The John Pozzobon memorial

Pozzobon-Gedenkstein

Fotos: Silvia Losada © 2009

 
 

ARGENTINA. Silvia Losada. Ha vissuto per il Santuario e camminando fino all’incontro con la morte: Joao Pozzobon, l’iniziatore della Campagna del Rosario. Nel Santuario di Tucuman il memorial di Joao ha come una corona di frondosi alberi e profumati fiori, protetto dalla Mater. Quel bel paesaggio ha ricevuto il 27 giugno pellegrini e missionari che volevano rendere omaggio a Joao Pozzobon, "l’asinello" della Madonna.

Un enorme rosario con candele copriva il pavimento del memorial. I Padrenostro e le Ave Maria si alternavano recitati da tutti i partecipanti con molta emozione. Erano presenti anche giovani e bambini.

Il Rosario e la Madonna Pellegrina, il suo scudo, hanno accompagnato Joao in questa commemorazione, con l’affetto e il ringraziamento di coloro che continuavano la sua missione unendosi alla Campagna del Rosario della Madonna Pellegrina, per essere le braccia e i piedi della Mater.

Bambini davanti a Dio

I nuovi pellegrini hanno ricevuto l’immagine della Madonna Pellegrina come coronamento della cerimonia durante la Messa celebrata da P. Martin Aversano.

P. Martin ha fatto notare nella predica che "le persone crescendo dipendono sempre meno dai loro genitori. Ma con la crescita spirituale avviene il contrario: più ci avviciniamo Dio, più dipendiamo da Lui.

Quest’infanzia spirituale deve essere coltivata, dobbiamo sentirci felici di essere bambini davanti a Dio" ha terminato

Alla fine della Santa Messa e ricordando l’Apertura dell’Anno Sacerdotale si è pregato per i sacerdoti e per le vocazioni sacerdotali.

Camminando sempre al fianco della Mater.

Ciascuno dei missionari dimostrava la propria emozione al ricevere l’Immagine in modo differente.

Lidia era stata invitata da Padre Martin a dare la sua testimonianza ai presenti, ma le lacrime glielo hanno impedito. Alla fine della Messa ha raccontato che la sua vita e quella della sua famiglia avevano cambiato completamente con la visita della Madre, che le portava sua sorella.

Al constatare le trasformazioni che Ella riusciva ad ottenere nel suo "focolare", ha chiesto alla sorella che le lasciasse per un periodo l’Immagine per portarla ai suoi vicini e… la Mater aveva continuato la sua opera.

Quando ho visitato il Santuario non ho avuto più dubbi: volevo essere missionaria. Oggi con tutto il suo cuore ha detto Sì a Maria ed abbraccia con emozione l’Immagine della Madonna Pellegrina. Racconta che anche due dei suoi nipoti vogliono essere piccoli missionari ed hanno cominciato la preparazione.

Oltre i 51 piccoli missionari consacrati al principio di questo mese, alla Campagna del Rosario di Tucuman, si aggiungeranno altri 3 nuovi missionari maschi, un'altra delle tante attività assunte per il corrente anno.

"Il dito di Dio indicava, e la Madre di Dio dirigeva tutto illuminato dallo Spirito Santo, e l’asinello andava….." affermava Joao. I missionari vogliono andare come lui per le strade, portando le grazie del Santuario, camminando sempre insieme alla Mater.

Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata, Argentina

 


 

Zurück/Back: [Seitenanfang / Top] [letzte Seite / last page] [Homepage]
Impressum © 2009 Schönstatt-Bewegung in Deutschland, PressOffice Schönstatt, all rights reserved, Mail: Editor /Webmaster
Last Update: 03.07.2009