Nachrichten - News - Noticias
 published: 2009-03-10

Questo è il tuo cammino – 1500 km. in 10 giorni

La Camminata di Fiaccole 2009 di Schoenstatt a Roma – La partenza dopo la Notte del Santuario

 

Fackellauf Schönstatt-Rom 2009-03-10

Caminata de Antorchas Schoenstatt – Roma 2009

Torch Run Schoenstatt Rome 2009

Fackellauf Schönstatt-Rom 2009

 

Shirt mit dem Motto

Camiseta con el lema

Shirt with the motto

Shirt mit dem Motto

 
Immer weiter…  

Corriendo...

Running...

Immer weiter…

 
Nach Rom. ..  

A Roma…

Towards Rome ...

Nach Rom. ..

 
Zum Heiligen Vater…  

Al Santo Padre...

To the Holy Father...

Zum Heiligen Vater…

 

Afiche

Poster

Plakat

Fotos: Stefan Jehle/Fackellauf 2009

 

 

 

GERMANIA. Certo che è una pazzia. A chi con un po’ di giudizio verrebbe in mente durante le sue vacanze camminare con una fiaccola in mano, attraversando le Alpi dalla Germania fino a Roma? Certo che è una pazzia. Ma sono sempre stati gli uomini con idee completamente pazze che hanno trasformato il mondo….Paolo, Benedetto, Kentenich, la Gioventù Maschile di Schoenstatt di Rottemberg-Stoccarda.

Roma, estate 2009….il sole brilla come il solito sulla Piazza San Pietro. La cupola risplende nel cielo azzurro. Ai suoi piedi il popolo aspetta….Improvvisamente si ode tra la folla un mormorio…Fumo, fuoco, una fiaccola si fa strada tra la gente, accompagnata dai soldati della Guardia Svizzera…appare il Papa e il mormorio si trasforma in un strepitoso applauso….

La fiaccola e i suoi portatori, stanchi e sentendo ancora le Alpi nelle loro ossa, cercano di andare avanti…il Papa li aspetta, poiché conosce il merito immortale di questi uomini e il lungo percorso della fiaccola….essa è arrivata e il Papa l’accoglie.

Certo che è un sogno, ma saremmo vivi se non tentassimo di convertire i nostri sogni in realtà?

La partenza dopo la Notte del Santuario

La Camminata delle Fiaccole 2009 è un’iniziativa della Gioventù Maschile di Schoenstatt (GMS) della diocesi di Rottemberg-Stoccarda. L’idea e la motivazione sono sorte dalla Corsa della Fiaccola 2009, in cui alcuni giovani della GMS hanno percorso 350 Km. dal Santuario di Liebenfrauenhohe a Ergenzingen fino a Schoenstatt. Con il progetto della Camminata delle Fiaccole 2009, loro vogliono portare la luce della fede da Schoenstatt fino al cuore della Chiesa a Roma. Da aprile del 2008, il comitato organizzatore (10 membri) si è incaricato della pianificazione e dell’esecuzione di quest’iniziativa e… con grande sforzo!!!. Si sono proiettati video, si è diffuso materiale pubblicitario, foglietti per le contribuzioni e si è programmato il percorso con le sue 10 stazioni.

La domenica 23 agosto, dopo la Notte del Santuario, partiranno dal Santuario Originale con la fiaccola. È più che un avvenimento sportivo, è una testimonianza di Fede. La testimonianza di una fede piena di forza, di massima devozione portata fino al limite, una fede piena di solidarietà, gioia, spirito di conquista – e colma di pazzia. È necessario allenarsi per correre questa corsa – la corsa a Roma, e la corsa che segue l’orma dei grandi uomini di questa pazza fede. 40 uomini giovani corrono. "Una pazzia d’amore", scrive Javier Lascano sul suo nastro testimoniale del Passaggio delle Ande, che entusiasma ogni 2 anni alla GMS dell’America latina. Una pazzia d’Amore, scrive anche Luis Arocha al descrivere la marcia forzata che percorre la Gioventù dell’Uruguay da Montevideo fino a Nueva Helvetia, per esercitare soave violenza su Maria per la costruzione di un Santuario nella sua città. Una pazzia d’amore è anche questa Camminata di Fiaccole, in cui partecipano quaranta giovani con il motto: "Questo è il tuo cammino – fai brillare la tua luce".

Una citazione di Nelson è come un motto per quest’iniziativa: "Il nostro maggiore timore non è essere inutili, il nostro maggior timore consiste in essere infinitamente poderosi. La nostra luce – non la nostra oscurità – è quanto più c’impaurisce. Al mondo non serve che tu ti faccia piccolo, solamente perché coloro che sono attorno a te non si sentano insicuri, Siamo nati per manifestare la grandezza di Dio che si trova dentro di noi. E non c’è solo in alcuni, bensì in ciascuno di noi. Quando lasciamo brillare la nostra luce, incoscientemente permettiamo che anche altre persone lo facciano. Quando ci liberiamo della nostra propria paura, la nostra presenza automaticamente libera gli altri"

Quando lasciamo che la nostra luce brilli – fai brillare la tua luce.

Portando il carico degli altri

E giunge il momento che ci fa venire la pelle d’oca. Ogni chilometro costa 13 euro…..che devono venir fuori da qualche parte!!! Si è fatto, perciò un cordiale richiamo ad offrire donativi, e inoltre a comprare i biglietti d’iscrizione. Si può sapere allora, quando i giovani arrivano a Roma, e quando arrivano a Piazza S. Pietro. Le imprese e le organizzazioni possono essere patrocinatrici – ci sarà spazio per i logotipo nella T-Shirts, nei veicoli, e nel video e nella pubblicazione scritta.

Ma questo non è il momento che ci fa venire la pelle d’oca. I giovani portano sulle loro spalle qualcosa di più che il peso di tutto il percorso, del calore e della stanchezza. Loro chiedono a tutti, a tutti che li aiutino a portare il loro carico. Testualmente: "Con l’appoggio del vostro donativo, noi la GMS tedesca realizzeremo una camminata da domenica 23 agosto al 1º settembre 2009, una camminata di 1500 chilometri in 10 tappe, da Schoenstatt, Coblenza, a Roma. In questo percorso non solo passeremo varie frontiere, ma anche vinceremo le nostre limitazioni..

Dice Gesù: "Che ciascuno porti il carico del suo prossimo".

Con gran cura carichiamo sulle nostre spalle le vostre petizioni, le vostre preoccupazioni, i vostri parenti, le vostre crisi di fede, le vostre malattie, la vostra croce, tutti i vostri problemi, i vostri timori, e li metteremo nelle mani del Signore prima di ogni tappa.

Il linguaggio della croce è stoltezza…(1Cor, 1,18)

Ma solo per la croce ha senso ogni sofferenza.

A Roma bruceremo le vostre petizioni dopo l’udienza con il Santo Padre, affinché siano offerte dall’Angelo "con le preghiere di tutti i santi sull’altare d’oro che sta davanti al Trono" (Apocalissi 8,3) e aiutare così la redenzione del mondo.

Viandanti come questi devono essere accolti

"Si troverà Schoenstatt nel nord d’Italia?", vuole sapere Stefano Jehle, il responsabile principale della Camminata delle Fiaccole. Sicuramente sì, in qualche luogo ci deve essere, ma dove proprio? Che domanda difficile – a Colico sul Lago di Como, a Fiorenzuola d’Arda (Piacenza), a Sarzana (La Spezia), a San Vincenzo, a Montalto di Castro…e a Roma (lì naturalmente). Quelli sono i luoghi d’Italia scelti come stazioni della camminata. Come sarebbe se all’arrivo in quei luoghi ci fosse un po’ di gente con la famosa sciarpa gialla con l’emblema "Schoenstatt Italia" e il logo di Schoenstatt?

O anche prima, a Coira, a Segner, a San Leon e a Liebenfrauenhöhe c’è una stazione, naturalmente.

Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata, Argentina

 

 


 

Zurück/Back: [Seitenanfang / Top] [letzte Seite / last page] [Homepage]
Impressum © 2009 Schönstatt-Bewegung in Deutschland, PressOffice Schönstatt, all rights reserved, Mail: Editor /Webmaster
Last Update: 08.04.2009