Nachrichten - News - Noticias
 published: 2009-03-13

Ela passou na frente e me protegeu

Um Testimonio Jane P. de Carvalho, Itumbiara/GO, Brasil

 

Sie stellte sich vor mich und hat mich beschützt

Ella pasó frente a mí y me protegió

She came to protect me

Sie stellte sich vor mich und hat mich beschützt

Foto: Fischer © 2009

 

La mia storia d’amore e d’intimità con la Madonnina ha cominciato dall’infanzia. Mia madre si sedeva sul letto tutte le sere con i miei fratelli e con me per recitare un rosario prima di dormire. La mia famiglia era molto cattolica praticante, ed aveva l’abitudine di pregare il Rosario nelle case delle famiglie del nostro quartiere….

Nell’anno 2000 c’è stato un Incontro di giovani, in cui ho tenuto un’esperienza meravigliosa con nostra Signora, poiché nella mia adolescenza non ho vissuto una relazione molto buona con mia madre e con il trascorrere del tempo il mio rapporto era diventato sempre più difficile.. Perciò tutto quanto vivevo lo raccontavo a nostra Signora e Lei mi ascoltava in tutto e con attenzione.

Un certo giorno del 2002 mi hanno annunciato, se io ero disposta a riceverla, la visita della Madre e Regina. Ho accettato con gioia, ma dopo due mesi consecutivi purtroppo non è più venuta. Ho cominciato a chiedere all’una e all’altra missionaria, ma invano. Grazie a Dio dopo un mese l’ho incontrata di nuovo e mi ha detto: adesso sì! e d’allora tutti i mesi il giorno 15 viene a visitarmi. Che gioia! Ho ringraziato tanto il Signore e Lei per concedermi quella grazia.

Dopo 6 mesi, la missionaria del mio settore mi ha domandato, se volevo essere una missionaria della Madre e Regina. In quel momento io ero fidanzata e mi preparavo a sposarmi il 31 maggio. Ma ho deciso improvvisamente di terminare la relazione e il mio ex fidanzato è rimasto sconvolto. Passavo le giornate, chiusa in casa per paura che mi facesse del male

In quel momento ho chiesto alla Madre e Regina che mi coprisse con il suo manto

Un giorno ero nella mia stanza e ho cominciato a recitare il Rosario e a rinnovare la mia consacrazione alla Madre e Regina. La mia mamma era andata a prendere mio nipote a scuola e mio fratello era nella casa dirimpetto. Quando mi sono alzata e sono uscita dalla stanza mi sono trovata con un uomo con faccia di drogato o ladro. In quel momento ho implorato la Madre che mi coprisse con il suo manto e che mi proteggesse . Gli ho chiesto che cosa voleva e mi ha risposto che cercava un pappagallino. Dopo di che ha perso la voce ed è rimasto fermo come una statua. Nel frattempo era entrato in casa il mio cagnolino e si era accovacciato ai suoi piedi. Mi sono fatta coraggio ed ho gridato e mio fratello è corso, il cagnolino non si è mosso, e l’uomo se n’è andato. Mi sono spaventata molto e non smettevo di piangere e di ringraziare la Madonnina per avermi protetto.

Quando mio nipote è ritornato da scuola ha commentato: Zia oggi la Madonnina è qui in casa nostra! ed ha aggiunto che aveva pregato la Beata Vergine insieme a sua madre chiedendo di proteggere tutta la famiglia: la mamma, e il papà, la zia, lo zio, la nonna e tutti quelli che lui amava…in quel momento mi sono inginocchiata e ho pianto come una bambina, poiché pensavo che quell’uomo mi avrebbe potuto fare del male.. ma Nostra Signora di Schoenstatt era accorsa e non aveva permesso che lui mi toccasse. Ringrazio di cuore la Mater e Regina e Dio che l’ha scelta per essere Madre di suo Figlio e nostra Madre. Grazie per avermi accolto come sua serva…………..

Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata, Argentina

 


 

Zurück/Back: [Seitenanfang / Top] [letzte Seite / last page] [Homepage]
Impressum © 2009 Schönstatt-Bewegung in Deutschland, PressOffice Schönstatt, all rights reserved, Mail: Editor /Webmaster
Last Update: 24.03.2009