Nachrichten - News - Noticias
 published: 2009-03-20

Il sacerdozio è più delle cariche o degli incarichi che ciascuno abbia

Un Anno Sacerdotale per tutta la Chiesa

 

Der Heilige Vater hat ein Priesterjahr ausgerufen (Foto: Priesterweihe in Schönstatt)

El Santo Padre ha convocado a un Año Sacerdotal (foto: ordenación sacerdotal en Schoenstatt)

The Holy Father has proclaimed a Year of Priesthood (photo: ordination in Schoenstatt)

Der Heilige Vater hat ein Priesterjahr ausgerufen (Foto: Priesterweihe in Schönstatt)

Foto: Fischer © 2009

 

Primizkelch von Pater Kentenich

Caliz del Padre Kentenich

Father Kentenich’s chalice

Primizkelch von Pater Kentenich

 
Primizkreuz Pater Kentenichs, ein Geschenk seiner Mutter  

La cruz que la madre del Padre Kentenich le regaló con motivo de su ordenación

The crucifix that his mother gave Fr. Kentenich as a gift for his ordination

Primizkreuz Pater Kentenichs, ein Geschenk seiner Mutter

 
Am 8. Juli 2010 sind es 100 Jahre seit der Priesterweihe Pater Kentenichs  

Rumbo al centenario de la ordenación del Padre Kentenich

Towards the centenary of Fr. Kentenich’s ordination

Am 8. Juli 2010 sind es 100 Jahre seit der Priesterweihe Pater Kentenichs

Fotos: Archiv © 2009

 
   

ROMA. P. Guillermo Mario Cassone. La convocazione del Papa ad un Anno Sacerdotale in tutta la Chiesa sorprende noi sacerdoti che viviamo la spiritualità sacerdotale di Schoenstatt, nelle sue diverse forme, mentre ci stiamo preparando per il Giubileo dei 100 anni di sacerdozio dei nostro Fondatore, P. Giuseppe Kentenich.

Il motivo di quest’iniziativa è commemorare il Santo Curato di Ars ai 150 anni dalla sua morte.

Poiché potrete leggere i testi integralmente (vedere link sotto), mi limiterò solamente ad una riflessione personale dopo averli letti, che interessa non solamente i sacerdoti, bensì tutti coloro che sono seguaci del carisma di P. Kentenich secondo il loro stato di vita.

Anzitutto voglio rilevare quanto lo stesso Spirito Santo sia Colui che ispira la Chiesa mediante i suoi Pastori, in questo caso il Santo Padre, e le iniziative carismatiche come Schoenstatt. Credo che questo si applica in modo evidente alla concomitanza temporale intorno al tema del sacerdozio ministeriale. Si spera che questa convocazione generi una corrente di vita ed una serie d’iniziative, tanto a livello ecclesiale quanto a livello del nostro carisma.

L’ideale della santità sacerdotale

Credo che quest’iniziativa motiverà noi sacerdoti a rinnovare in profondità la nostra identità, che al contempo è precisamente la motivazione di quest’Anno Sacerdotale. Ma non si tratta di qualcosa rituale, bensì integrale, che ci urge vivere l’ideale di santità sacerdotale nella vita concreta e quotidiana attraverso la carità pastorale in ogni compito sia insignificante o routinario che possa sembrare. Soprattutto a dar valore alla centralità dell’Eucaristia quotidiana, all’assiduità della lettura della Parola e alla vita spirituale come vera priorità, con le sue molteplici maniere di coltivarla. Soprattutto a dare importanza ai compiti specifici della cura pastorale secondo l’area dove svolgiamo la nostra attività. Il sacerdozio è di più delle cariche o degli incarichi che ciascuno abbia.

Il Sacerdozio e la comunione ecclesiale

Inoltre credo che sia un forte richiamo alla Chiesa per dare nuovamente valore al sacerdozio ministeriale con la sua importanza per l’evangelizzazione come qualcosa imprescindibile, ringraziando questo dono di Gesù e chiedendo che aumentino le vocazioni e la santità dei già consacrati.

Questa responsabilità è qualcosa di condiviso, poiché il sacerdozio è per tutta la Chiesa, vive nella Chiesa e per la Chiesa, e non si comprende senza la comunione ecclesiale. Non è un tema parziale, bensì globale, quando si pensa al presente e al futuro della Chiesa.

Unirci a tutti i sacerdoti

Per Schoenstatt come Movimento internazionale e plurale, è un’interpellanza a ringraziare per il sacerdozio santo del Padre Fondatore e a vegliare, affinché abbia continuità nei suoi figli spirituali, che condividono con lui questo Sacramento dell’Ordine Sacro.

È importante dar valore a quest’aspetto dell’eredità del Fondatore, così come ad aiutare a dargli l’identità e il luogo che corrisponde nella totalità dell’Opera. Come lo stesso Fondatore ha insegnato ed esercitato si tratta di una paternità spirituale, che diventa spirito di servizio nell’ispirazione e educazione dei differenti e vari membri di questa gran Famiglia, che vive l’Alleanza d’Amore con Maria nei suoi Santuari. Finalmente credo che tutto quest’anno ci aiuterà ad unirci con affetto a tutti i sacerdoti, specialmente a coloro che ci accompagnano con la loro attenzione pastorale, cominciando dalle parrocchie cui noi apparteniamo e alle diverse attenzioni che riceviamo, ringraziandoli e apprezzando il loro ministero, accompagnandoli nelle loro iniziative apostoliche e occupandoci delle loro necessità tanto spirituali quanto materiali, preoccupandoci per la loro salute.

Voglio, con queste brevi riflessioni, dare un apporto per vivere quest’Anno Sacerdotale come un tempo di benedizioni per tutta la Chiesa.

Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata, Argentina

 


 

Zurück/Back: [Seitenanfang / Top] [letzte Seite / last page] [Homepage]
Impressum © 2009 Schönstatt-Bewegung in Deutschland, PressOffice Schönstatt, all rights reserved, Mail: Editor /Webmaster
Last Update: 24.03.2009