Nachrichten - News - Noticias
 published: 2009-03-24

Aprire le porte del cuore al potere di Dio e di Maria

Preparandoci per l’incoronazione: la Conferenza per tutta la Famiglia a Ciudad del Este, Paraguay

 

Ciudad del Este: Schw. M. Katia spricht über die Krönung

Ciudad del Este: Conferencia de la Hermana M. Katia sobre la coronación

Ciudad del Este: Sr. M. Katia speaks about the crowning

Ciudad del Este: Schw. M. Katia spricht über die Krönung

 

Motto

Lema

Motto

Motto

 
Alle sind da und alle sind dabei  

Toda la familia presente

The entire family is present

Alle sind da und alle sind dabei

 
Austausch und Begegnung  

Encuentro

Sharing

Austausch und Begegnung

Fotos: Javier Cabral © 2009

 
   

PARAGUAY , Cristina e Javier Cabral. "Il venerdì 13 non ci si sposa e non si parte e non si dà principio all’arte" – se avessimo ascoltato questo ‘consiglio’ non saremmo venute con Suor Edna da Asunción a Ciudad del Este", ha detto Suor Katia all’iniziare la sua conferenza. Ha ricordato che un venerdì 13 marzo Padre Kentenich è arrivato a Dachau. E così come prova che non ci preoccupiamo delle superstizioni, la Famiglia di Ciudad del Este ha dato inizio alla corrente d’incoronazione della MTA nell’anno 2009, un venerdì 13.

La conferenza per tutta la Famiglia, che ha toccato vari aspetti di "Maria, Regina", ha destato molto interesse nel pubblico molto attento, che non ha perduto nessun particolare delle parole colme di gioia e di entusiasmo di Suor Katia.

Ogni tanto la Sorella rideva di se stessa, e faceva ridere tutti, con il "noialtre" che soleva usare al rivolgersi alle ragazze della Gioventù Femminile, che doveva cambiare immediatamente con "noialtri", per comprendere uomini e donne in generale..

Dopo una spiegazione intorno alle caratteristiche del regno di Gesù e Maria, Suor Katia ha approfondito i motivi per i quali Maria è la nostra Regina, e ha terminato con il significato che ha per noi tutti incoronarla Regina della nostra vita.

Che significato ha incoronare Maria?

Incoronare Maria nella nostra vita significa riconoscere il suo potere di Regina su di noi, eleggerla nostra Regina, nostra padrona. Di conseguenza l’incoronazione è un’espressione della Carta Bianca, un’Alleanza rinnovata e approfondita, perciò lasciamo nelle mani di Maria la nostra educazione, il nostro cammino alla santità. Incoronare Maria comprende:

Una supplica: rovesciamo in Lei il più intimo, i desideri più segreti, le nostre necessità e quelle del mondo. Crediamo nel suo potere e le chiediamo che lo utilizzi.

Una dichiarazione di disponibilità: incoronare è un impegno. Se Ella è la nostra Regina può disporre di noi, come e quando vuole, siamo i suoi strumenti e siamo a sua disposizione.

Un’accettazione della nostra impotenza: incoronarla è anche accettare la nostra piccolezza, riconoscersi impotenti in alcune situazioni concrete della vita. perché riconoscere la propria debolezza ed impotenza è aprire le porte del cuore al potere di Dio e di Maria.

Un atto di ringraziamento: dare la corona a Maria è ringraziarla per il suo costante amore e protezione. La corona è un’espressione d’amore, un amore che riconosce l’opera meravigliosa di Maria nella propria vita e risponde con questo gesto di gratitudine e riconoscenza.

2009 ore di Santuario…..poi 2010 ore…

La Gioventù Maschile avrebbe proposto, come una maniera pratica di consolidare il vincolo con il Santuario, di incentivare le "ore di Santuario". La Famiglia tutta ha aderito all’idea e per Natale di quest’anno desidera regalare alla Mater 2009 ore di Santuario e per i 10 anni regalarle come minimo 2010 ore,

Al contempo si vanno formando le equipe di lavoro: quella della conquista spirituale, della parte economica, quella della liturgia ecc.

L’equipe della liturgia ha deciso dare impulso come apporto all’Incoronazione, la celebrazione speciale delle feste mariane nel Santuario

Le eco dell’incoronazione

P. Antonio Cosp commentava i propositi d’ogni gruppo: "Si nota che la vita va condensandosi intorno alla corrente forte d’incoronazione che hanno. Nel prossimo 2010 sarà importante una giaculatoria che ricordi e mantenga viva questa corrente. Che abbia trascendenza verso il futuro come fattore di rinnovamento dell’Alleanza.

L’Istituto delle Famiglie ha due punti che mi sono sembrati di molto valore: il punto di lavorare il vincolo con il Santuario filiale e conquistare più Santuari.

  • Santuario Domestico
  • Santuario Abitazione
  • Santuario Auto

In quanto al Capitale di grazie, è preferibile apportare con atti d’amore e non tanto con preghiere concrete che ricordano l’antico tesoro di grazie delle nostre scuole religiose per le feste.. Chissà la migliore definizione del Capitale di Grazie è la fine della consacrazione mattutina: Tutto ciò che oggi compio, o Madre mia, lo dono a Te: il mio lavoro e il mio riposo siano santificati da Te. Il mio pensare e meditare, il mio pregare e desiderare, il mio gioire e soffrire, tutto, o Madre Ammirabile, pongo nelle tue mani amabili Immergilo Tu nell’acqua sorgiva……"

Il prossimo futuro

In questa corrente per giugno è prevista la presenza di Suor Elisabet, che terrà una conferenza di grand’incentivo. La Famiglia spera che la comunità delle Sorelle possa accompagnare e motivare l’iniziativa dell’incoronazione nelle sue visite di lavoro alla città.

Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata, Argentina

 


 

Zurück/Back: [Seitenanfang / Top] [letzte Seite / last page] [Homepage]
Impressum © 2009 Schönstatt-Bewegung in Deutschland, PressOffice Schönstatt, all rights reserved, Mail: Editor /Webmaster
Last Update: 27.03.2009