Nachrichten - News - Noticias
 published: 2009-01-09

Protagonisti di un momento storico

A tre settimane dalla Conferenza 2014. L’intervista con i coniugi Lavini, della delegazione argentina

 

Joaquín und Marta Lavini im Hausheiligtum

Joaquín y Marta Lavini en su Santuario Hogar

Joaquín and Marta Lavini in their Home Shrine

Joaquín und Marta Lavini im Hausheiligtum

Foto: Lavini © 2009

 

Das Pater Kentenich-Haus, Ort der Konferenz

La Casa Padre Kentenich, lugar de la conferencia

The Father Kentenich House. The Conference will take place here

Das Pater Kentenich-Haus, Ort der Konferenz

Foto: Fischer  © 2009

 
   

SCHOENSTATT, mkf. Più di settanta rappresentanti di 32 paesi, insieme a membri della Presidenza Generale di Schoenstatt, e delegati d’Istituti e Federazioni, si riuniranno tra meno di un mese a Schoenstatt nella "Conferenza 2014" per le celebrazioni del centenario di Schoenstatt. Abbiamo parlato con Joaquin e Marta Lavini, della delegazione argentina, delle loro aspettative per la Conferenza.

Ora Schoenstatt è tutta coperta di neve e sono poche le persone che si avvicinano alla Casa Padre Kentenich. Ma tra meno di tre settimane si riuniranno lì rappresentanti della Famiglia di Schoenstatt di tutto il mondo. Saranno più di 70 delegati di 32 paesi, 23 Padri di Schoenstatt, 22 Sorelle di Maria, 23 membri dell’Istituto delle Famiglie, e un membro di ognuna delle seguenti comunità: Federazione delle donne, Gioventù Femminile, Gioventù Maschile, e Gruppo degli uomini. Inoltre saranno presenti i membri della Presidenza Generale e delegati degli Istituti e delle Federazioni che non sono rappresentati nelle delegazioni dei paesi. Si preparano, al contempo, 35 servitori – austriaci, sudafricani, nordamericani, spagnoli, brasiliani, argentini, cileni, tedeschi, canadesi, ecuadoriani ed inglesi – per servire come interpreti, traduttori, redattori, segretari, in problemi tecnici e di infrastruttura, mezzi di comunicazione.... Si è appena annunciato che l’apertura della Conferenza nel Santuario Originale si trasmetterà in diretto per Internet: "Schoenstatt TV nella rete" (www.schoenstatt-tv.de).

Abbiamo parlato con Joaquin e Marta Lavini – superiori dell’Istituto delle famiglie in Argentina – del significato di una Conferenza come questa.

Come vi preparate per la Conferenza?

Parteciperanno dall’Argentina: il direttore del Movimento P. Javier Arteaga, Suor Maria Cecilia, in nome delle Sorelle cha lavorano nel Movimento, e noi in rappresentanza dell’Istituto delle Famiglie nella sua totalità, e del Movimento in generale. Siamo in permanente contatto e abbiamo tenuto riunioni preparatorie per mettere insieme vari criteri, analizzare le proposte degli altri paesi e rispondere alle indicazioni del gruppo organizzatore, elaborando statistiche e fondamentalmente analizzando i frutti dell’Alleanza d’Amore nei 75 anni di vita di Schoenstatt nel nostro paese. Oltre l’offerta degli apporti al Capitale di Grazie e della preghiera per "fertilizzare il terreno".

È la prima volta che si tiene a Schoenstatt una Conferenza tanto internazionale, con rappresentanti di 32 paesi, che cosa significa per voi partecipare?

Sinceramente ci sentiamo privilegiati dalla Divina Provvidenza all’essere stati scelti a rappresentare il Movimento che lavora in Argentina, poiché ci permetterà essere testimoni di un momento storico: potremo sperimentare per la prima volta nella vita di Schoenstatt l’incontro simultaneo, intorno al Santuario Originale, di 32 Paesi dov’è germogliato il seme dell’Alleanza.. L’Esperienza di internazionalità in una proporzione molto minore l’abbiamo avuta nei capitoli generali dell’Istituto delle Famiglie, dove abbiamo incontrato 12 paesi.

Il simbolo del Padre per il Santuario Originale e l’Ausiliare Internazionale presiederanno questa Conferenza. Quali speranze e desideri vi legano a questa presenza?

Il passaggio del Padre e Fondatore per la nostra terra ha creato la corrente patrocentrica, che è quello che caratterizza la Famiglia di Schoenstatt argentina. È espressa nella formulazione della sua missione nazionale "Con Maria, Famiglia del Padre"

.Il simbolo del Padre è sempre stato presente in Argentina ancora prima dell’inaugurazione del nostro Santuario nazionale (benedetto da P. Kentenich) ed è stato tutta la vita il simbolo che ha marcato la principale missione del nostro Santuario. La nostra speranza e desiderio è che per il Centenario della Fondazione, possiamo offrire di nuovo con gioia le nuove grazie patrocentriche sorte nella nostra terra. In quanto all’Ausiliare Internazionale ci porta immediatamente a ricordare il caro P. Stefano Uriburu che con decisione audace ha preso la bandiera della Campagna del Rosario e non solo l’ha resa popolare in tutta l’Argentina, bensì che è stato lo strumento che l’ha fatta internazionale.

Cominciamo la conferenza nel Santuario Originale; ogni paese porterà un simbolo al Santuario Originale com’espressione di volere "arricchire l’origine" (come ha detto Giovanni Pozzobon al portare la Madonna Pellegrina Originale al Santuario Originale). È un’espressione della corrente di ritorno. Che cosa vi aspettate da tutto questo?

Se Dio lo permetterà porteremo il simbolo del Padre, che l’Argentina ha regalato molto tempo fa per essere collocato sul frontespizio della porta del Santuario Originale (così come c’è nei Santuari argentini – è il simbolo perso da tanti anni, ricuperato da Patrick Hamilton), accompagnato da una forte corrente di essere garanti della piena liberazione del Santuario Originale. Aspettiamo di approfittare anche delle espressioni di ciascuno dei paesi con le loro ricchezze.

Che cosa vi aspettate dalla Conferenza?

Poter essere docili strumenti nelle mani del Padre per compiere la sua volontà come ha fatto Maria. "Ella è la gran missionaria, Ella farà miracoli". Desideriamo ardentemente che in tutta la Famiglia di Schoenstatt sorga un grand’impulso di preghiera e d’apporti al Capitale di Grazie, che accompagni questa preparazione del centenario MPHC et V.

Fino al 7 gennaio si sono impegnati ad accompagnare con la preghiera e con apporti al Capitale di Grazie:

  • 2 febbraio, la mattina: Sorelle di Maria, provincia Ancilla, Germania (nord)
  • 2 febbraio, il pomeriggio: Scuola Giuseppe Kentenich, Trujillo, Perú
  • 4 febbraio, il pomeriggio: Gioventù Maschile, Brasile.

La settimana prossima:

  • Arrivano i primi servitori
  • Interviste con coppie del Cile e Costa Rica.

Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata, Argentina

 


 

Zurück/Back: [Seitenanfang / Top] [letzte Seite / last page] [Homepage]
Impressum © 2008 Schönstatt-Bewegung in Deutschland, PressOffice Schönstatt, all rights reserved, Mail: Editor /Webmaster
Last Update: 14.01.2009