Nachrichten - News - Noticias
 published: 2009-01-21

Celebrare la nostra vocazione

Il primo 18 dell’anno 2009 a Schoenstatt – alla vigilia della Conferenza 2014

 

18. Januar in Schönstatt, erster Bündnistag des Jahres

18 de enero en Schoenstatt, primer día 18 del año

January 18 in Schoenstatt, first Covenant Day of the Year

18. Januar in Schönstatt, erster Bündnistag des Jahres

 

Bündnismesse

Misa de la Alianza

Covenant Mass

Bündnismesse

 
P. José María García  

P. José María García

Fr. José María García

P. José María García

 
Ankunft am Urheiligtum  

En el Santuario Original

Arriving at the Original Shrine

Ankunft am Urheiligtum

 
Am Feuer trafen sich “plötzlich” drei Argentinierinnen  

Tres argentinas se encontraron en Schoenstatt

Three Argentineans met at the fire

Am Feuer trafen sich “plötzlich” drei Argentinierinnen

 
Licht vom Heiligtum, Heiligtum im Licht  

La luz del Santuario...

Light of the Shrine

Licht vom Heiligtum, Heiligtum im Licht

Fotos: Cássio Leal/K. Fischer © 2009

Álbum de fotos – photo album – Fotoalbum

 
 

SCHOENSTATT. Mentre la famiglia di Schoenstatt si è riunita per rinnovare ancora una volta la nostra Alleanza d’Amore, la Chiesa universale rivolge il suo sguardo al Messico, dove oggi è terminato l’Incontro Mondiale delle Famiglie, con un messaggio trasmesso in diretto dal Vaticano alle migliaia di coppie riunite a Guadalupe. Il Papa ha affermato che grazie alla nuova tecnologia della comunicazione, "sono andato in pellegrinaggio spiritualmente fino a quel Santuario Mariano, il cuore del Messico e di tutta l’America, per affidare a Nostra Signora di Guadalupe tutte le famiglie del mondo".

Si è anche potuto andare spiritualmente in pellegrinaggio per la prima volta, grazie alla tecnologia della comunicazione, in diretto (via www.schoenstatt-tv.de), a quel Santuario Mariano nella valle di Schoenstatt, culla, fonte, e meta della vocazione di tutti coloro che si sentono chiamati da questa Famiglia di Schoenstatt, una vera famiglia, come ha fatto notare P. José Maria Garcia, celebrante principale. E ha menzionato, prima di rinnovare l’Alleanza d’Amore nel Santuario Originale, che in quel momento eravamo per mezzo dei mass media, e soprattutto mediante la corrente di vita e di grazie che ci unisce con la Famiglia, accanto a tutti coloro che in qualsiasi punto del mondo si sentono legati da un vincolo con questo Santuario.

La nostra vocazione, l’Alleanza d’Amore

Padre José Maria Garcia ha affermato nella sua predica: "Mentre la Chiesa rivolge il suo sguardo al Messico, e il mondo si concentra nella crisi economica, noi rinnoviamo l’Alleanza d’Amore; mentre la Chiesa rivolge il suo sguardo alla famiglia – per proteggerla e per incontrarla come modello del suo proprio essere – e mentre osserviamo una perdita tremenda della fiducia in tutto il mondo a causa della crisi economica, noi ci rinnoviamo nella nostra vocazione che è l’Alleanza, per dare una risposta a un mondo che cerca fiducia e sicurezza: che cerca in conclusione la famiglia.. Non possiamo rinnovare l’Alleanza senza osservare l’ambito ecclesiale e mondiale. Siamo chiamati nell’Alleanza da una Chiesa e da un mondo concreto. Sempre ogni 18 come nel 2014, rinnoviamo l’Alleanza d’Amore, riconoscendo la nostra piccolezza, e ringraziando per quanto Dio ha operato in noi e mediante noi. Questo è il contesto per compiere la missione.

P. José Maria ha dimostrato, partendo dal Vangelo del giorno (Gv. 1,35-42) e dalla chiamata degli apostoli, come ogni 18 celebriamo di nuovo la storia della nostra vocazione personale e come Famiglia. S. Giovanni ha mandato i due primi apostoli a seguire Gesù e "Egli si voltò e vedendo che lo seguivano, domandò loro: "Che cosa volete?". È l’inizio di un dialogo che porta gli apostoli innanzi tutto a recarsi dove vive Gesù. e poi a lasciare le loro reti e a mettersi al suo servizio, abbandonando tutto per la missione..

Ogni 18, noi celebriamo la storia della nostra vocazione. Ogni 18, Gesù si volta e ci chiede: Che cosa volete? Famiglia di Schoenstatt, che cosa volete? E gli rispondiamo con il desiderio ardente per la missione....

Famiglia del Padre

Vogliamo essere famiglia del Padre, perché siamo chiamati ad essere famiglia, ad essere una comunità di vita, dove Dio agisce, una vera famiglia intorno al Padre e alla Madre. Questo è il nostro messaggio. Noi rinnoviamo la nostra Alleanza. In un mondo, in cui la gente ha perduto la fiducia nelle istituzioni e nelle persone rinnoviamo l’Alleanza d’Amore come risposta all’anelito di fiducia d’essere famiglia.... Celebriamo il 18 e celebriamo la nostra piccolezza, le nostre limitazioni, ma questo non ci fa piccoli, bensì ci fa celebrare la coscienza di essere stati chiamati per questo mondo. La grazia che riceviamo nell’Alleanza d’Amore, ha affermato, non vuole restare come una semplice grazia, vuole concretarsi in frutti, in benedizioni per gli altri.

La Conferenza 2014 che si terrà dal 1° al 7 febbraio, vuole riunire i rappresentanti di tutta la Famiglia del Padre, aperta come il Padre – una Famiglia formata dal Padre - una Famiglia mandata dal Padre, aperta come il Padre – cosciente della sua missione per il mondo d’oggi. Ha chiesto a tutti di accompagnare questa Conferenza e ai 100 rappresentanti di 22 paesi, con le nostre preghiere.

Tutti presenti a Schoenstatt

Tutti si sono recati dopo la Messa d’Alleanza in processione al Santuario Originale per rinnovare l’Alleanza nel luogo, dove è cominciata la storia della vocazione di Schoenstatt e di ciascun schoenstattiano. Si sono benedette le Madonne Pellegrine per la Romania e per la Germania, essendo la Campagna un segno importante della fecondità della missione di Schoenstatt. Dopo di che, tutti si sono diretti alla pira per bruciare le schede con il Capitale di Grazie e tutti i fogli con le stelle – tanto quelle del presepe a Schoenstatt quanto quelle inviate per Internet.

 


 

Zurück/Back: [Seitenanfang / Top] [letzte Seite / last page] [Homepage]
Impressum © 2008 Schönstatt-Bewegung in Deutschland, PressOffice Schönstatt, all rights reserved, Mail: Editor /Webmaster
Last Update: 21.01.2009