Nachrichten - News - Noticias
 published: 2008-08-05

Per essere un solo essere nella vita matrimoniale

Conferenzieri schoenstattiani nel Congresso Internazionale della Famiglia, organizzato dall’Università Cattolica Santo Toribio di Mogrovejo de Chiclayo, Perú

 

Carlo Ortiz und Lorenzo Cintolesi, Chile, nach dem Interview in PressOffice in Schönstatt

Carla Ortiz y Lorenzo Cintolesi, Chile, en la Oficina de Prensa en Schoenstatt

Carla Ortiz and Lorenzo Cintolesi, Chile, at the PressOffice in Schoenstatt

Carlo Ortiz und Lorenzo Cintolesi, Chile, nach dem Interview in PressOffice in Schönstatt

Foto: POS Fischer © 2008

 

Beim International Kongress über die Familia in Chiclayo, Peru

Durante el Congreso Internacional de Familia in Chiclayo, Perú

During the International Congreso on Family, in Chiclayo, Peru

Beim International Kongress über die Familia in Chiclayo, Peru

 
Nach dem Vortrag  

Después de la conferencia

After the conference

Nach dem Vortrag

 
Informelle Begegnungen  

Encuentros informales

Informal encounters

Informelle Begegnungen

 
Verbunden im Einsatz für die Familie  

Aliados

Allies for family

Verbunden im Einsatz für die Familie

Fotos: Cintolesi © 2008

 
   

PERÚ/CILE. L’Università Cattolica Santo Toribio di Monrovejo de Chiclay (Perù) ha organizzato tra il 10 e il 12 luglio il Iº Congresso Internazionale della Famiglia, intitolato: "L’amore coniugale: cammino di santità dei coniugi" in cui si cerca riflettere sull’"amore umano, l’amore coniugale e l’esperienza responsabile della paternità e maternità". Hanno partecipato più di 400 persone provenienti da Lima, Trujillo, Chiclayo e Piura.

I coniugi Carla Ortiz e Lorenzo Cintolesi, del secondo corso delle Famiglie del Cile, hanno parlato tra i vari conferenzieri, e il 29 luglio, al terminare la recente visita a Schoenstatt, hanno raccontato con entusiasmo le loro esperienze in Perú.

Il recentemente sorto Istituto di Scienze per il Matrimonio e la Famiglia dell’Università chiclayana, cosciente "dell’importanza della coppia e della famiglia nella società attuale, e della necessità di rispondere alla sua promozione e difesa", ha promosso quest’avvenimento, in cui si sono trattati temi inerenti alla Famiglia: come la salute, l’educazione dei mezzi di comunicazione e la necessità di politiche familiari. "La sfida che si presenta è riuscire ad ottenere una riflessione multidisciplinare sulla coppia e sulla famiglia capace di rispondere alle esigenze attuali della nostra società", ha affermato la Direttrice dell’Istituto, Ana Maria Olguin proveniente da Santa Maria. Il Congresso ha contato con la presenza del vice presidente dell’Istituto Pontificio Giovanni Paolo II per gli studi riguardanti il "Matrimonio e la Famiglia" da Roma., di P. José Noriega, dell’ex ministro della salute peruviano, Fernando Carbone, della ex direttrice della Direzione Generale della Famiglia e della Comunità del Ministero della Donna e Sviluppo Sociale, di Olga Combe Lerena, e della Diplomata Ursula Murúa, dell’agenzia di notizie ACIprensa (ACIstampa), e di altri specialisti..

"Sognavamo proprio fare qualcosa per i 40 anni di ‘Humanae Vitae’"

Come è arrivato l’invito a Carla Ortiz e Lorenzo Cintolesi del Cile? ", Siamo stati invitati dall’Università Santo Toribio di Mongrovejo de Chiclayo, Perú al suo primo Congresso della Famiglia, organizzato dal recentemente fondato Istituto Giovanni Paolo II", racconta Lorenzo Cintolesi, che con sua moglie dirigono da più di 20 anni corsi per fidanzati e corsi di abilitazione per istruttori. Quest’invito si è pensato in ottobre del 2006 in una conversazione alla fine di un pranzo con il sacerdote Jorge Millán, durante il congresso di mariologia in preparazione al CELAM, a Cuaticlán, città di San Juan Diego, Messico". Carla Ortiz ammette che non è stato solo grazie alla sua perseveranza e convinzione di voler e dover partecipare a questo congresso come laici esperti, bensì anche alla partecipazione di parecchi laici che hanno potuto dare il loro apporto. "Tutti assieme abbiamo sognato fare qualcosa per i 40 anni dell’Enciclica Humanae Vitae", afferma. " In gennaio di quest’anno, questo giovane ed entusiasta sacerdote chiclayano ci ha visitato per concretare i nostri desideri, approfittando di un suo corso di perfezionamento a Santiago ".

La paternità di Dio

Si sono trattenuti in totale una settimana a Chiclayo,. I giorni prima del Congresso hanno tenuto un ciclo di conferenze a coppie, ad istruttori di fidanzati, tra 100 e 120 persone: "Nella nostra visita di una settimana a Chiclayo, diocesi raccomandata dall’Opus Dei 50 anni fa, abbiamo tenuto un ciclo di conferenze per tutte le diocesi, riguardante la preparazione di fidanzati. Il primo giorno hanno assistito 100 persone e il secondo molte di più e il terzo nonostante lo sciopero nazionale, l’assistenza si è mantenuta uguale..

Qual è stata la base tematica? "Abbiamo svolto il tema della paternità di Dio nella coppia, della misericordia, della provvidenza e della creazione, e l’obiettivo della coppia di voler interpretare l’intenzione creatrice di Dio", spiega Lorenzo, "La sessualità dalla prospettiva della ‘Humanae Vitae’ e il sacramento. Tutti i temi alternati da aneddoti, e da esperienze proprie ed altrui, il frutto del contatto con fidanzati e dell’esperienza professionale di Carla nel workshop libertà e saggezza per amare. Abbiamo sentito che il nostro messaggio cadeva in buona terra. La gente, inoltre, era sommamente affettuosa."

La paternità responsabile oggi

Il Congresso, secondo i coniugi Cintolesi, è stato un vero successo. "Nel Congresso della famiglia eravamo 400 presenti. Ha tenuto la conferenza P. José Noriega, spagnolo, vice presidente dell’Istituto Giovanni Paolo II a Roma, che ci ha "portato" con le sue descrizioni a passeggiare Lungarno e a piazza della Signoria a Firenze e a mille altri luoghi romantici, parlandoci sempre dell’amore, del suo studio sulla carità coniugale e la castità, in maniera interessante e convincente. Poi noi abbiamo dato una conferenza riguardante "la paternità responsabile oggi" e il giorno seguente abbiamo partecipato di un panel "famiglia e educazione", con altre 4 persone.

Ma non è solo attraverso conferenze, conversazioni, workshop che si trasmette ciò che si vuole comunicare – sempre nato totalmente dalla spiritualità di Schoenstatt e dagli insegnamenti di P. Kentenich, come fanno notare. "Oltre questi due incontri abbiamo tenuto pranzi, e riunioni con accademici. Ci siamo riuniti con il Movimento "Avanzada Cattolica (Avanguardia Cattolica), un recente movimento peruviano, i cui membri hanno raccontato del loro lavoro e noi del nostro. Siamo diventati amici del parroco della cattedrale e abbiamo fatto colazione con lui dopo la Santa Messa quotidiana. Ci siamo incontrati anche con i futuri seminaristi di Padre Jorge Millán e lì abbiamo pranzato con il vescovo... Ci siamo messi in contatto con rappresentanti dell’agenzia ACLprensa (ACLstampa) e con molti sacerdoti e laici interessati. In conclusione: abbiamo avuto un’indimenticabile esperienza di Chiesa, il che è piaciuto molto al Vescovo, ….oltre il vino che gli avevamo regalato!"

Un luogo di scambio

Che fortuna che P. José Luis Correa ha avvisato l’Ufficio Stampa di Schoenstatt della partecipazione dei coniugi Cintolesi a questo congresso! E che fortuna che l’Ufficio Stampa il mattino del 29 luglio si era recato al Santuario Originale per congedarsi da alcune Sorelle di Maria provenienti dal Messico e lì hanno incontrato i coniugi Cincolesi, che erano venuti a Schoenstatt per celebrare i 50 anni della loro Alleanza D’Amore.

Era già sera il 29 luglio, quando alla fine di una vivace conversazione riguardante il Congresso, il tema dei fidanzati, delle coppie e dell’"Humanae Vitae", Carla Ortiz guardando la Casa dell’Alleanza, ha esclamato: "Che bello sarebbe se a Schoenstatt ci fosse un luogo dove la sera gente con esperienze interessanti potesse andare a bere un caffé per incontrarsi con altre persone a scambiare altre esperienze interessanti…" Fintantoché questo succeda s’incontrano in schoenstatt.de.

Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata, Argentina

 


 

Zurück/Back: [Seitenanfang / Top] [letzte Seite / last page] [Homepage]
Impressum © 2008 Schönstatt-Bewegung in Deutschland, PressOffice Schönstatt, all rights reserved, Mail: Editor /Webmaster
Last Update: 08.08.2008