Nachrichten - News - Noticias
 published: 2008-08-22

Missionari di Cristo, con Maria, per il mondo attuale

L’incontro nazionale dei Mattinieri del Cile a Temuco

 

X. Encuentro Internacional de Madrugadoes, en Temuco, Chile

10th International Meeting of Dawn breakers, in Temuco , Chile

X. Internationales Treffen der Madrugadores in Temuco, Chile

 

Grupo de Madrugadores

Group of Dawn Breakers

Gruppe von Madrugadores

 
 

Coro

Choir

Musikalische Gestaltung

 
 

La Misa Folklorica  en Ayinrehue... terminó con pie de cueca

After the Folclore Mass in Ayinrehue ... a cueca followed

Nach der Folklore-Messe in Ayinrehue… folgten typische Tänze

 
 

Santa Misa en la catedral de Temuco

Holy Mass in the cathedral of Temuco

Heilige Messe in der Kathedrale von Temuco

 
 

Tomaron  las calles de Temuco, la Plaza, la puerta de la catedral...

They “conquered” the streets of Temuco , the plaza, the portal of the cathedral

Wenn über 400 Männer laut singend durch die Straßen ziehen…

 

Con Mons. Camilo Vial

With Bishop  Camilo Vial

Mit Bischof Camilo Vial

Fotos: Galarce /Carvalho © 2008-08-21

Álbum de fotos – photo album – Fotoalbum

 

 

 

CILE, Ottavio Galarce Barrera. Missionari di Cristo con Maria. Per il mondo attuale: con questo motto tutte le comunità dei Mattinieri del Cile si sono riuniti a Temuco, i giorni 15, 16 e 17 agosto. Li hanno accolti le comunità anfitrione del Santuario di Ayirehue, Temuco e della Parrocchia San Giovanni Battista, per partecipare al Xº Incontro Nazionale.

È un compito molto difficile descrivere quanto si è vissuto quei giorni, quando il più importante passa per l’anima e il cuore di ciascuno di coloro che erano presenti. Quello che ciascuno custodisce come un tesoro ed un prezioso ricordo ha lasciato impronte incancellabili nella vita di quasi 400 partecipanti.

Quella gente in giacchetta blu con giallo.

Sono arrivati a Temuco rappresentanti della comunità dei mattinieri di tutto il paese. In un autobus, ad esempio, è arrivata gente di Rancagua, di Bellavista, di Nuevo Belén, di Maipú, della Parrocchia Gesù Maestro. di Buin-Maipo, di San Fernando. Hanno assistito 44 mattinieri della diocesi di Valparaiso, 15 di Placilla ("per il chiasso sembravano 50"), di Cordillera, di Acqua Santa, di Con Con, di Quillota, di Quilpè, di Los Pinos, e due Mattinieri della futura comunità della Parrocchia di Lourdes del Monte Placeres. Enrique Fultà: racconta del suo viaggio: "In una prima fermata a Pronto di San Francesco di Mostazal abbiamo incontrato di nuovo i nostri fratelli di Copiapó, che avevano fatto lì una sosta il mattino presto, con doccia compresa, e poiché non avevano appetito, abbiamo deciso di proseguire e far colazione a Chimbarongo. Più al sud, nei pressi di Chillán, una fermata quasi obbligatoria, a Pronto dell’uscita Sud con una nuova sorpresa, proprio quando dicevamo finalmente un ‘Pronto senza gente in giacchetta blu con giallo’ abbiamo scoperto Andrés R.(mattiniero di Providencia) seduto pranzando con i suoi figli! Ma poiché le vespe chiamate "giacchette gialle" , dove n’appare una, ne appaiono molte di più, dopo pochi minuti è parcheggiato un autobus con 42 mattinieri provenienti da Viña del Mar….All’arrivo a Temuco ci ha accolti un bellissimo arcobaleno…"

Una testimonianza in ognuno dei misteri del Rosario

L’inizio dell’incontro è stata un’Eucaristia presieduta dal vescovo Manuel Camino Vial. Era un giorno di precetto, si celebrava l’Assunzione della Madonna. Alla fine della Messa, erano circa le 21,30, chi non aveva ancora fatto le "pratiche" d’entrata rapidamente sono corsi alla ricerca della tessera di riconoscimento, con cui hanno ricevuto una borsa da appendere, matita e un caldo collo di felpa, per ripararsi dal freddo – non dalla pioggia – che è diventato molto utile, usato e gradito da tutti.

Il sabato il mattino alle7 si sono riuniti nella cappella della Scuola La Salle per recitare il Rosario, e ad ogni mistero cinque mattinieri di differenti comunità hanno dato la loro testimonianza.

La conferenza tenuta da P. Rafael Fernandéz, ha loro spiegato la necessità di coltivare uno stile di vita e di spirito mariano nella vita personale. Non solo "con Maria", bensì "in Maria" e "come Maria" ha vissuto la sua vita, i mattinieri sono stati chiamati ad essere missionari di Cristo nella vita giornaliera, nella quotidianità, nel piccolo, nel semplice. Dopo la conferenza si sono formati piccoli gruppi di scambio di opinioni e riflessioni prima del pranzo. Il pomeriggio il Vescovo Camino Vial li ha aiutati ad approfondire e a comprendere la seconda parte del motto.

Una serata folcloristica.

La visita al Santuario di Schoenstatt – Ayinrehue – che quest’anno celebra i suoi 40 anni dalla benedizione ha concluso con la celebrazione dell’Eucaristia. Ci sono poi stati segni, gesti e sorprese molto grate. All’entrata hanno loro consegnato un bel ricordo: una rocca vulcanica su una base di legno con l’iscrizione: "Su questa pietra costruirò la mia Chiesa". .Un complesso folcloristico si è incaricato dei canti della Messa e alla fine hanno offerto. alla Madre una "serenata" di tre pezzi di "cuecas"(danza vivace di coppia separata che con un fazzoletto nella mano destra, con figure circolari e giri e fiori rappresentano l’assedio amoroso) Il più applaudito di tutti è stato il secondo: Paolino della comunità di Copiapó, - di appena 8 o 10 anni, ma già sperimentato mattiniero per la sua partecipazione agli incontri nazionali – che ha cominciato a ballare e l’ha fatto in maniera brillante. Idolo! Idolo! Idolo!..era il meno che gli gridavano i presenti.

La Cantata del Mattiniero è stato un altro momento di alto livello. Ma per mancanza di tempo prima della presentazione delle comunità si è dovuto limitare a due canzoni per gruppo. È fantastico il talento con cui Dio li ha benedetti in quest’aspetto. Indubbiamente ci sono comunità come Los Angeles, Puerto Mott e altre che si fanno notare per le loro voci e strumenti. Da non perdersi

Chi sono questi uomini?

La Santa Messa di chiusura dell’incontro si è celebrata nella Chiesa Cattedrale, con l’assistenza abituale, cui il Vescovo ha dovuto spiegare chi erano quegli uomini, che in quest’occasione occupavano quasi tutto il tempio e i posti disponibili. È stato il coronamento dell’incontro. Al concludere tutte le attività, come Chiesa Latinoamericana e del Carabi sono stati inclusi nella Gran Missione Continentale. Perciò con molta forza ed entusiasmo hanno cantato ad alta voce più di una volta: "Missionari di Cristo, con Maria per il mondo attuale"

"Abbiamo camminato per le strade di Temuco, la Piazza, siamo andati in pellegrinaggio dalla Scuola fino alla porta della Cattedrale cantando con tutta la nostra forza…" racconta uno dei partecipanti.

Perché sorprendersi se siamo apparsi in vari notiziari?

Momenti di fraternità e d’impulso di seguire

"L’incontro è stato fantastico, i presenti con il loro entusiasmo, la loro gioia e motivazione confermano che questi incontri siano principalmente di gran fraternità e d’impulso per seguire crescendo e lottando per un mondo migliore, con il motto (con musica compresa) "Missionari di Cristo con Maria, per il mondo attuale", afferma un mattiniero.

"Quello che più mi ha colpito è vedere bambini adolescenti mattinieri con i loro papà (dai 10 anni in avanti) partecipando a tutte le attività gomito a gomito con gli adulti", commenta un mattiniero di Valdivia.

All’accomiatarsi e quasi con un piede sull’autobus, si ricordavano e s’invitavano l’uno con l’altro: "Ci vedremo all’ XI Incontro a Rancagua i giorni 2, 3,4 ottobre 2009"

Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata, Argentina

 


 

Zurück/Back: [Seitenanfang / Top] [letzte Seite / last page] [Homepage]
Impressum © 2008 Schönstatt-Bewegung in Deutschland, PressOffice Schönstatt, all rights reserved, Mail: Editor /Webmaster
Last Update: 26.08.2008