Nachrichten - News - Noticias
 published: 2008-05-13

La gioia che ci aspettava alla fine del cammino

Il sacramento si manifesta a Micel

 
Ein Gnadentag: Micels Taufe

Un día de gracias: Bautismo de Micel Weiß

A day of grace: Micel’s baptism

Ein Gnadentag: Micels Taufe

 

Taufe

Bautismo

Baptism

Taufe

 
Bei der heiligen Messe  

Durante la Misa

During the Holy Mass

Bei der heiligen Messe

 
Festtagskuchen  

Torta

Cake

Festtagskuchen

Fotos: Hack © 2008

 
   

GERMANIA, Suor Hiltraude Burkhart. Lo scorso 18 maggio Schoenstatt ha ricevuto nuovamente il pellegrinaggio di Fulda. (Questa volta sono arrivati in 13 autobus!) È stato molto emozionante vedere arrivare in quel giorno dell’Alleanza, a quei pellegrini che una volta di più camminando dalla B42, hanno attraversato Vallendar e sono entrati trionfalmente a Schoenstatt preceduti da un’immagine della nostra cara MTA. L’immagine era portata da Rebecca Hack e Micel Weiss, una giovane coppia di fidanzati la cui bella storia vogliamo oggi raccontare in schoenstatt.de.

Nelle sue lunghe conversazioni di fidanzati innamorati, Rebecca aveva suggerito a Micel la necessità di contare con il Battesimo nella sua vita, affinché la Grazia lo inondasse con il suo Amore. Senza dubbio questa è stata una dimostrazione chiara che l’evangelizzazione deve essere audace e "deve cominciare da casa…"

È che Rebecca conosceva perfettamente l’importanza del Sacramento, perché essa ha creduto in una Famiglia schoenstattiana e ora anche Micel, dopo il suo Sì, l’avrebbe fatto, giacché la madre di Rebecca era stata la sua catechista, e il papà di Rebecca, Reinhard, il suo padrino.

"La nostra gioia è stata immensa – ci racconta Martina – al ricevere da Micel la notizia del suo desiderio di battezzarsi nella Chiesa Cattolica. Ci siamo mobilitati come famiglia per vivere una preparazione catechista non solo ricca di conoscenze teoriche, bensì anche ricca di esempi di "strumenti" presi dalla vita stessa.

Crescevamo in una catechesi dinamica, rispettando i tempi di Micel. Abbiamo visto "I Dieci comandamenti" in famiglia, abbiamo visitato Schoenstatt, partecipato ad una Giornata a Dietershausen, Rebecca e Micel erano stati a vedere tra le altre cose una rappresentazione della Passione, tutto questo con la gioia di quello che ci aspettava alla fine del cammino: il Battesimo di Micel".

La cerimonia di ammissione: un altro regalo della MTA

"Quando abbiamo visitato la parrocchia di San Miguel, a Fulda, disgraziatamente il nostro parroco era in viaggio. Si è celebrata la Santa Messa, cui erano invitati familiari e amici dei catecumeni, ed è stato il proprio Mons. Algermissen (il nostro Vescovo) che ha lasciato al nostro parroco l’incarico episcopale di somministrare i sacramenti del Battesimo, della Cresima e dell’Eucaristia. Il mio cuore traboccava di gioia!" – ci racconta emozionata Martina.

Qualcosa da far notare è stata la sorpresa dei Hack per la quantità importanti di candidati anziani, al Battesimo, che si erano riuniti quella prima domenica di Quaresima nella Chiesa di San Michele. Non è mai tardi!

Ed è giunto il giorno del battesimo di Micel

"È stata una cerimonia che non dimenticheremo mai! – ci racconta Martina.

Insieme con il nostro parroco, P. Zygmunt Kowallczk, insieme, abbiamo preparato attentamente ogni particolare della Cerimonia. Micel ha scelto per il Suo Gran Giorno, la Lettura, il Vangelo e le intenzioni dei fedeli: Miriam, nostra figlia maggiore, ha suonato al piano per desiderio di Micel due canzoni da lui preferite: ‘Crescere Insieme, e la mia anima glorifica il Signore". E ci racconta Martina che sull’altare maggiore dedicato alla Santissima Vergine, li accompagnava la MTA con la sua immagine di Madonna Pellegrina. Ella sempre è presente!.

Le parole di P. Zygmunt nell’omelia, sono state profonde, commoventi ed inoltre di esempio, poiché hanno fatto notare l’importanza della decisione per i valori cristiane nell’età adulta.

"Una vera gioia al vedere Micel, ricevendo i tre sacramenti accompagnato dal suo padrino mio marito Reinhard, entrambi insieme al P. Zygmund" – racconta Martina.

Questo momento tanto importante per la vita di Micel e Rebecca è terminato con un agape offerto ai familiari e agli amici.

Rebecca ha regalato al suo fidanzato una torta con la forma di libro con il Santuario e in lettere grandi il motto dell’anno per la Famiglia: "Affinché Tu ci accompagni".

Così continua questo fidanzamento, con gioie e difficoltà ma con una Compagna inseparabile che mai li abbandonerà. "Ella ci accompagnerà sempre!".

Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata, Argentina

 


 

Zurück/Back: [Seitenanfang / Top] [letzte Seite / last page] [Homepage]
Impressum © 2008 Schönstatt-Bewegung in Deutschland, PressOffice Schönstatt, all rights reserved, Mail: Editor /Webmaster
Last Update: 03.06.2008