Nachrichten - News - Noticias
 published: 2007-12-14

Che cosa sarebbe di Schoenstatt senza la sua pagina in Internet?

Grazie infinite a tutte le persone che con le loro donazioni fanno possibile che la pagina di Schoenstatt continui offrendo il suo servizio

 

Reunión de la Asociación civil „PressOffice Schoenstatt e.V.“, 3 de diciembre: P. Oskar Bühler, P. Ángel Strada, P. Lothar Penners (presidente), Hna. Brunhilde Maier (los demás miembros fueron ausentes)

Meeting of the Board: Fr. Oskar Bühler, Fr. Ángel Strada, Fr. Lothar Penners (President), Sr. Brunhilde Maier (the other members were absent)

Jahressitzung des PressOffice Schönstatt e.V.: P. Oskar Bühler, P. Ángel Strada, P. Lothar Penners (Vorsitzender), Schw. Brunhilde Maier (die anderen Mitglieder waren verhindert)

 

Boletín seminal

Weekly Newsletter

Wöchentlicher Newsletter

 
 

Audios y videos

Audios and videos

Audios und Videos

 
 

Santuarios del mundo

Shrines of the world

Heiligtümer in aller Welt

 

Una visita virtual a Schoenstatt

Virtual visit to Schoenstatt

Virtueller Besuch in Schönstatt

 
 

Hna. Kornelia Fischer en su oficina

Sr. Kornelia in her office

Sr. Kornelia Fischer im Büro

 
 

Heinrich Brehm trabajando en la pagina de los Santuarios

Heinrich Brehm working on the Shrine page

Heinrich Brehm bei der Arbeit an der Heiligtumsseite

Fotos: POS Fischer © 2007

 

 

 

SCHOENSTATT. La prima "stella per il presepe a Schoenstatt" è arrivata in questi giorni dalla Colombia. "Chiedo che la mia stella si collochi nel presepe, affinché ogni giorno io possa superare le mie difficoltà in tutti gli aspetti. Inoltre prego per la pace della Colombia e la liberazione dei sequestrati, prigionieri di differenti gruppi al margine della legge", scrive Marta Achury. "Nella Messa della prima domenica d’Avvento ho pensato alla mia stella in Schoenstatt", scrive una missionaria di Buenos Aires, argentina. " Mi sono sentita felice pensando che in questa maniera sarò di nuovo a Schoenstatt". Questa è una delle tante tradizioni che sono sorte e si sono sviluppate grazie a schoenstatt.de, una pagina web che è e vuole essere qualcosa di più che un semplice mezzo che risponde – come tanti – alle leggi del mercato. "Spegnere schoenstatt.de è come spegnere la luce e il fuoco del Santuario Originale", hanno commentato i Padri Antonio Cosp e Pedro Cabello, direttori del Movimento di Schoenstatt del Paraguay e del Brasile rispettivamente.

Circa 60 persone, perciò, oltre a cento e cento autori di articoli, si sono messe volontariamente e con il massimo impegno, al servizio di schoenstatt.de, traducendo, compilando, coordinando. Ma ciononostante manca l’apporto generoso di gente che contribuisca economicamente, affinché non si spenga la vita di schoenstatt.de.. Da quando è stata mandata la richiesta di donazioni, si è raccolto un totale di 3061,25 euro.

"Mi sono emozionata, quando ho aperto il messaggio di richiesta economica. Mi ha impressionato la foto dell’Ufficio Stampa, quel luogo da dove si diffonde l’informazione della vita dei nostri paesi d’origine e in cui ci sentiamo in contatto con l’Alleanza originale e con il nostro mondo internazionale di Schoenstatt. schoenstatt.de è per noi l’organismo che ci mantiene informati e legati da un vincolo. Personalmente aspetto con ansia quelle notizie che m’informano e mi danno coraggio ad essere la figlia spirituale del nostro caro Padre Fondatore. Conti con il mio aiuto economico", ha scritto da Portorico Hilda Pagán.

Con la somma apportata da ottobre fino a questo momento da donanti generosi – dalla Germania, dall’Argentina, dal Paraguay, dagli Stati Uniti, da Honduras, da Portugal, dalla Costa Rica, dall’Africa del Sud, dall’Austria, dall’Italia, dal Portorico, dall’Eçuador e dal Messico – già sono stati pagati tutti i costi annuali di trasporto (2443,44 euro); il totale della spesa del telefono (541,49 euro) e la manutenzione degli apparecchi e computer dell’Ufficio Stampa (136,56 euro). Restano ancora altre spese annuali come il fornitore d’accesso (811,44 euro), il materiale d’ufficio (1332,09 euro), quote degli album di foto (15,00 euro) e lo stipendio del webmaster, le assicurazioni, gli affitti….che solo per la pagina ammontano circa a 19.000 euro annuali (di circa 40.000 in totale che usa l’Ufficio Stampa).

Quante cose fondamentalmente scomparirebbero….

"Sono rimasta di stucco, quando ho letto che l’Ufficio Stampa potrebbe chiudere a fine d’anno – il 31 dicembre – se non si ricevono aiuti materiali", ha commentato Christi Jenz, di Milwaukee. "Che cosa sarebbe di Schoenstatt senza la pagina d’Internet?" È certo: che cosa sarebbe di Schoenstatt? Quanta gente non potrebbe conoscere i ritiri virtuali di P. Nicola, che grazie all’Ufficio Stampa di Schoenstatt e il suo contatto continuo con zenit ed altre agenzie cattoliche, oggi giungono a migliaia di persone di tutto il mondo, dentro e fuori del Movimento. O la Pastorale della Speranza, un’iniziativa di Schoenstatt in Paraguay, per separati di nuovo riuniti: "Continuano arrivando quotidianamente eco della pubblicazione della Pastorale della Speranza in Zenit e altre pagine web. L’immensa maggioranza chiede più informazioni, si rallegra e manifesta essere molto contenta per questa necessaria iniziativa, come commenta un vescovo paraguaiano, Monsignor Edmondo Valenzuela, di cui P. Antonio Cosp ha ripetuto le parole: "Ho letto con curiosità e piacere l’articolo Zenit. Molto bene! Quella è la strada. Accompagnare, avvicinare a Cristo, alla sua Parola e alla sua Chiesa". Quante persone non saprebbero della benedizione di nuovi Santuari; della morte di persone che sono state colonne in Schoenstatt, delle modalità della Campagna del Rosario della Serenità, dei Cechi, dei Bebé a rischio; dell’Accademia per il Matrimonio e la Famiglia, dei Mattinieri! Quanta gente non potrebbe legarsi con un vincolo al Santuario Originale attraverso le stelle nel presepe e attraverso le suppliche di preghiera che quotidianamente arrivano per posta elettronica! Come si saprebbe della pastorale schoenstattiana per separati nuovamente riuniti nel seminario cattolico della diocesi di Brownsville Rexas, USA? Inoltre con la chiusura della pagina si sentirebbero traditi anche le persone che non si vedevano da anni e si sono rincontrate, le amicizie che sono nate virtualmente tra persone di differenti paesi; gli "incontri di corrispondenti" sempre animati da tanto entusiasmo, l’interesse che risveglia l’Alleanza d’Amore in molta gente per mezzo degli articoli in schoenstatt.de, le donazioni arrivate da molti paesi per appoggiare le opere sociali come Dequení, La Casa del Bambino, Maria aiuta, le preghiere di tutta la Famiglia per i paesi dove c’è Schoenstatt…..In un mondo globalizzato, non può non partecipare l’Alleanza d’Amore, che dalla sua origine ha un carattere universale…..

La nuova MTA

È che la vita s’infiamma nella vita. Se oggi vivesse P. Kentenich fomenterebbe questo scambio vitale, così come l’aveva fatto con la rivista MTA unendo il Santuario Originale con le trincee che si erano convertite in workshop di santità.

Anche la vita deve circolare verso la Chiesa e il mondo. Abbiamo la missione di rinnovare il mondo. La settimana scorsa giornalisti del Deutsche Tages post, Zenit, ZDF (TV Nazionale tedesca), Radio Maria e due seminari cattolici della Germania si sono comunicati con l’Ufficio Stampa in cerca di più informazioni riferenti ad articoli pubblicati. Gli editori della rivista dei Focolari cercano regolarmente informazioni nella pagina di Schoenstatt. C’è di più: "Ho letto casualmente la vostra pagina", scrive Rüdiger J., da Berlino, Germania. "M’interessa il vostro lavoro e chiedo che mi mandiate materiale su Schoenstatt". Giungere alla Chiesa, giungere "oltre" il Movimento, sembra che sia qualcosa di nuovo. schoenstatt.de ha infranto le proprie frontiere…ed ha cominciato a scorrere il mondo che nasce da P. Kentenich verso la Chiesa, verso il mondo.

La solidarietà e l’impegno in marcia

La risposta alla richiesta di solidarietà economica ha avuto una forte eco.

In quattro paesi di è già organizzato un sistema di pagamento senza spese:

  • In Paraguay, si possono consegnare gli apporti a Stella Franco, segretaria del Movimento.
  • In Argentina, P. Paolo Pol è disposto a ricevere le donazioni e a mandarle per mezzo del conto corrente dei Padri
  • Negli Stati Uniti, gli apporti si possono fare per mezzo del conto di P. Gerold Langsch, di Waukesha.
  • In Costa Rica, Ponzalo Vega organizza il recapito di donazioni.
  • Per gli altri restano le opzioni del pagamento a mezzo bonifico e di Paypal (che accetta carta di credito conti correnti bancari) o l’invio in effettivo attraverso persone che viaggiano a Schoenstatt.

È anche possibile, se un gruppo, una diocesi, una Famiglia Nazionale, vuole patrocinare progetti concreti. Mettersi in contatto con Suor Kornelia: Pressoffice@schoenstatt.de.

A tutti la mia più sincera gratitudine per quanto già è stato donato. So che per molti ha significato un vero sacrificio. M’impegno a dar valore ad ogni centesimo donato, trattando che sia investito in quello che tutti tanto amiamo: il schoenstatt.de di tutti noi.

Ma ecco qualcosa di fantastico, promosso da P. Giuseppe Barmettler, dalla Svizzera: Tra tutti i donanti di quest’anno si estrarrà a sorte il 31 dicembre: UNA ARDESIA DEL TETTO DEL SANTUARIO ORIGINALE!

Donazione

Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata, Argentina

 

 

Zurück/Back: [Seitenanfang / Top] [letzte Seite / last page] [Homepage]
Impressum © 2007 Schönstatt-Bewegung in Deutschland, PressOffice Schönstatt, all rights reserved, Mail: Editor /Webmaster
Last Update: 14.12.2007