Nachrichten - News - Noticias
 published: 2007-06-28

Nell’Alleanza d’Amore con Maria, la Donna Eucaristica, discepoli e missionari di Gesù Cristo

L’Incontro annuale della comunità di preghiera mariano-eucaristica di Schoenstatt.

 

Jahrestreffen des marianisch-eucharistischen Anbetungskreises in Atibaia

Encontro da Comunidade de Oração Mariana Eucarística de Schoenstatt, Atibaia

Encuentro anual de la comunidad de oración mariano–eucarística de Schoenstatt, Atibaia

Annual Meeting of the Community of Marian-Eucharistic prayer in Atiabia

Jahrestreffen des marianisch-eucharistischen Anbetungskreises in Atibaia

 

Choregraphie der Postulantinnen

Coreografia dos postulantes

Coreografía de las postulantes

Choreography of the postulants

Choregraphie der Postulantinnen

 
Aussendung

Envío

Envio

Mission

Aussendung

 
Teilnehmer

Membros no auditório

Participantes

Participants

Teilnehmer

 
P. Marcelo hielt den Vortrag

Palestra do Pe. Marcelo

Conferencia del P. Marcelo

Conference given by Fr. Marcelo

P. Marcelo hielt den Vortrag

Fotos: Ir. M. Isabel Cristina Benedetti © 2007

 

 

 

BRASILE,Suor M. Elisabetta Cristina Benedetti. Alla luce di questo motto, si è tenuto l’Incontro dei membri della comunità di preghiera mariano-eucaristica di Schoenstatt, da cui si è dato un nuovo impulso alle linee d’azione fino al prossimo anno.

I partecipanti provenivano da dieci località: erano in totale 218 persone. Sono stati ricevuti nell’auditorio Padre Giuseppe Kentenich e dopo un cordiale benvenuto di Suor M. Anna Luisa si è dato inizio alle attività cantando il motto, la cui musica è stata composta da una coppia presente nell’incontro.

Maria, la Donna dell’Eucaristia ,

P. Marcello Cervi, membro e cofondatore dell’Istituto dei Sacerdoti Diocesani di Schoenstatt, è stato incaricato del contenuto spirituale dell’Incontro in Brasile. Attualmente è parroco nella città di Jaboticabal, stato di San Paolo, diocesi di Riberäo Preto. All’analizzare il motto nelle sue differenti parti, ha introdotto i partecipanti nella corrente di vita e nelle linee di azione della Chiesa (Discepoli e missionari, Vª Conferenza del CELAM) e di Schoenstatt (Centenario dell’Alleanza d’Amore) puntando sull’elemento centrale della missione degli adoratori, il cui modello ideale è Maria, la Donna Eucaristica, la prima discepola e missionaria per eccellenza.

Le sue esposizioni sono state pratiche e dinamiche: dopo ognuna lasciava un momento di riflessione, affinché i partecipanti scrivessero su un foglio le qualità che consideravano importanti di un discepolo, di un missionario schoenstattiano. Ha concluso la sua conferenza con la riflessione sulla pietra che ciascuno ha collocato accanto al santuario, che era sul palcoscenico. I partecipanti, con quest’esperienza, sono stati invitati ad andare in pellegrinaggio al Santuario, dove si è tenuto un momento d’adorazione ed hanno ricevuto la benedizione con il Santissimo.

Un regalo per l’anno 2014.

Sette persone della città di Suzano, stato di San Paolo, hanno suggellato in questo giorno l’Alleanza d’Amore come membri della Comunità di preghiera mariano-eucaristica di Schoenstatt, offrendosi così come regalo in questo periodo di triennio che per i Schoenstattiani è dedicato all’Alleanza d’Amore, in preparazione per il centenario di Schoenstatt nel 2014.

Il pomeriggio è cominciato con una coreografia: "Una nuovo mondo nascerà dalla nostra Alleanza", presentata dalle postulanti delle Sorelle di Maria di Schoenstatt, il che ha messo ancora di più in evidenza l’importanza dell’Alleanza d’Amore nella nostra vita.

Un momento per le testimonianze.

Una coppia ha raccontato, come frutto della sua Alleanza d’Amore con la Madre, il proprio lavoro nella parrocchia cui appartiene, incoraggiando la comunità a coltivare l’adorazione eucaristica, ed ha aggiunto che, per il suo impegno, ha ottenuto che il parroco collocasse il Tabernacolo con il Santissimo nella cappella.

Un gruppo di un’altra città ha riferito che si riuniscono periodicamente per l’adorazione in comune nel Santuario e per la formazione spirituale come adoratori.

Alla conquista di nuovi adoratori.

Un altro racconto trattava di un membro che non era presente e che lavora nell’interno di Maranhäo. È legionario di Maria, ma da quando si è iscritto nella Comunità di preghiera, in ogni visita alle famiglie prende nota del nome di ciascuna persona, descrivendo la loro situazione e la necessità di preghiera. In quelle visite ha sentito il bisogno di consacrare i bambini alla Madre. Così ha mandato il nome dei bambini e ha chiesto che si mandasse loro una preghiera adeguata. Ed inoltre invita ogni persona che incontra pregando ad essere membro della Comunità di preghiera. Così nei suoi più di sei anni di apostolato ha iscritto più di trecento membri nella Comunità di Preghiera. Incluso invita ad ogni parroco nuovo che arriva alla città.

L’Alleanza solo in famiglia.

Un’altra testimonianza è stata quella delle esperienze e grazie del gruppo che ha suggellato l’Alleanza d’Amore. Le donne hanno affermato, quando hanno cominciato la preparazione all’Alleanza d’Amore, che non l’avrebbero suggellata senza il proprio marito, e aggiunto quanto hanno dovuto lottare e come l’hanno ottenuto. Marito e moglie hanno raccontato come lentamente hanno scoperto il valore della presenza della Madre tre volte Ammirabile nella loro vita e la loro trasformazione. Il marito ha detto: ancora mi sto riprendendo, ma ora quando sono per la strada sento il bisogno di essere in casa e restare accanto al Santuario domestico con la Madre. È qualcosa d’inspiegabile quello che si sente vicino a Lei.

L’Eucaristia toglie il dolore.

Un’altra persona dello stesso gruppo, che soffre di un serio problema di vista, ha raccontato come dopo la terza operazione, ha dovuto sottoporsi ad altre due e senza anestesia. Allora si è comunicato in ogni Messa e ha affermato: l’Eucaristia è l’anestesia. E ha commentato che aveva dovuto affrontare la sfida di una persona di un’altra chiesa che gli ripeteva: se continua con la sua devozione mariana resterà cieca . Oggi essa e il suo gruppo sono contenti, perché riesce a leggere la preghiera dell’Alleanza nel Santuario.

Alle 15 si è concluso l’Incontro con la celebrazione della Santa Messa. Tutti hanno ringraziato Dio e la Madre, Regina e Vittoriosa tre volte Ammirabile di Schoenstatt per il successo dell’incontro. I 216 partecipanti provengono dalle città di Araraquara, Campinas, Itapira, Piracicaba, Santa Barbara d’Oeste, Suzano, San Carlos, Botucatu, San Paolo e Atibaia, tutte dello stato di San Paolo.

Traduzione: Maria Tedeschi, La Plata, Argentina

 

Zurück/Back: [Seitenanfang / Top] [letzte Seite / last page] [Homepage]

Last Update: 03.07.2007 Mail: Editor /Webmaster
© 2007 Schönstatt-Bewegung in Deutschland, PressOffice Schönstatt, hbre, All rights reserved, Impressum